Come gestire le perdite idriche occulte

Le perdite d’acqua sulla rete pubblica sono gestite da Brianzacque.

Brianzacque è responsabile della rete fino al contatore.

Il monitoraggio delle perdite sull’impianto idrico privato è invece una responsabilità di ogni cittadino.

Gli utenti hanno il dovere di provvedere alla manutenzione del proprio impianto idrico e il diritto/dovere di ispezionare periodicamente il contatore, al fine di individuare eventuali anomalie e prevenire eventuali perdite e/o limitare eventuali guasti intervenendo tempestivamente.

Definizione di perdita occulta

Sono classificate come perdite occulte tutte le perdite idriche occorse a valle del misuratore sugli impianti di responsabilità dell’utente; si tratta di perdite non affioranti e non rintracciabili con le operazioni di normale diligenza richiesta all’utente per il controllo dei beni di proprietà (Art. 1 - All. A - Del. 218/2016/R/idr).

 

Con normale diligenza si intendono tutte le attività che sono normalmente deputate al responsabile della custodia dell'impianto ai sensi del Codice Civile. Per tale ragione sono considerate perdite occulte tutte quelle perdite, non visibili, ascrivibili alla dimostrazione del caso fortuito, ossia nella individuazione di una causa esterna non imputabile al custode.

Visualizza accordion
Come verificare la presenza di una perdita occulta e cosa fare subito

Per verificare la presenza di una eventuale perdita occulta puoi eseguire queste semplici operazioni:

• controlla che il contatore sia fermo (e rimanga fermo) quando tutti i rubinetti sono chiusi e gli elettrodomestici spenti;

• esegui una lettura la sera e una al mattino, prima di aprire i rubinetti e verifica che non vi siano stati degli incrementi (accertarsi che durante la notte non sia stato utilizzato il wc o usata comunque dell’acqua).

 

Se rilevi una perdita occulta:

• Segnala subito la perdita a Brianzacque.

• Chiama il tuo idraulico per la riparazione (I costi di riparazione sono a tuo carico).

• In fase di riparazione scatta foto che evidenzino il punto della perdita.

• Leggi il contatore e memorizza la lettura o fagli una foto nella quale sia visibile la lettura e la matricola.

Visualizza accordion
Tutele previste in caso di perdite occulte

In caso di consumo anomalo almeno pari al doppio del consumo medio giornaliero di riferimento, tutti gli utenti hanno la facoltà di richiedere l’attivazione delle tutele previste in caso di perdite occulte (Art. 19 - All. A - Del. 218/2016/R/idr).

 

Brianzacque ha inoltre stipulato una copertura assicurativa capace di assistere e risolvere efficacemente i problemi derivanti da perdite occulte e la rende disponibile ai propri utenti (con esclusione delle categorie esplicitate nel Modulo di Adesione della Polizza) offrendo così un servizio aggiuntivo, al costo di pochi euro all’anno, sicuro e conveniente, affinché gli stessi abbiano la possibilità di essere protetti dal rischio di dover pagare bollette esorbitanti.

 

L’adesione alla copertura assicurativa non esclude in ogni caso l’utente dalla facoltà di accedere alle tutele minime previste dalla delibera sopra citata

Visualizza accordion

 

 

Tutele previste in caso di perdite occulte per utenti assicurati

La polizza per le perdite idriche occulte è uno strumento messo a disposizione da BrianzAcque al fine di tutelare i propri Utenti in caso di perdite idriche occulte. L’adesione è volontaria. La Società Assicuratrice è la GENERALI ITALIA S.p.A. e il Broker Assicurativo incaricato da BrianzAcque per la gestione del contratto è AON S.p.A. Le condizioni assicurative sono disponibili nell’apposita sezione dedicata ai Moduli.

 

COME ADERIRE

Per aderire alla polizza è necessario compilare il Modulo di Adesione e trasmetterlo unitamente ad un documento di identità in uno dei seguenti modi:

 

Segno di spunta, tipo di carattere Wingdings, codice carattere 252 decimale. All’indirizzo mail perditeidriche@brianzacque.it

Segno di spunta, tipo di carattere Wingdings, codice carattere 252 decimale. Via fax al n. 0362.305947;

Segno di spunta, tipo di carattere Wingdings, codice carattere 252 decimale. Presso uno dei nostri sportelli, fissando l’appuntamento al numero 800.005.191 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

 

COSTI

Il premio di polizza è scontato del 50% se si sceglie di fare la domiciliazione bancaria della bolletta, mentre è completamente gratuito se l’utente oltre alla domiciliazione bancaria della bolletta opta per la spedizione elettronica della stessa.

L’addebito del premio annuo avverrà sulla prima bolletta successiva al ricevimento, da parte di BrianzAcque, del Modulo di Adesione.

 

Nel caso non si richieda la domiciliazione bancaria e la spedizione elettronica della bolletta, il premio annuo è determinato in base ai consumi effettuati nell’anno solare precedente alla sottoscrizione secondo la seguente tabella:

 Fascia di consumo  Premio Annuo Lordo per Utenza
 0 - 200 metri cubi/anno  Euro                      3,00
 201 - 1.600 metri cubi/anno  Euro                      8,00
 1.601 - 6.400 metri cubi/anno  Euro                      23,00
 oltre 6.400 metri cubi/anno  Euro                      40,00
Visualizza accordion
Cosa fare in caso di perdita

Non appena rilevata l’esistenza della perdita d’acqua occulta, provvedi immediatamente ad effettuare o far effettuare le opportune e oggettivamente praticabili riparazioni/sostituzioni destinate ad eliminare il danno.

Ti consigliamo di provvedere alla lettura del contatore nel momento in cui sei venuto a conoscenza della perdita e/o del consumo anomalo.

Documenta il danno mediante fotografie, rapporto del tecnico che ha eseguito la riparazione e fattura relativa alla riparazione o, qualora i lavori siano stati eseguiti in economia, mediante dichiarazione che dimostri l’avvenuta riparazione.

Segnala a Brianzacque e a GENERALI ITALIA S.p.A. l’avvenuto sinistro, in forma scritta entro e non oltre 30 giorni, utilizzando il Modulo di Denuncia e allegando il Modulo per il consenso per il trattamento dei dati:

  • All’indirizzo mail perditeidriche@brianzacque.it
  • Via fax al n. 0362.305947;
  • Presso uno dei nostri sportelli, fissando l’appuntamento al numero 800.005.191 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

 

Se la pratica viene accolta, lo sgravio verrà corrisposto nella prima fattura utile.

Visualizza accordion
Tutele previste in caso di perdite occulte per utenti non assicurati

In caso di consumo anomalo almeno pari al doppio del consumo medio giornaliero di riferimento, l’utente ha la facoltà di richiedere l’attivazione delle tutele previste in caso di perdite occulte.

Il consumo medio giornaliero di riferimento rappresenta il consumo medio giornaliero degli ultimi due anni antecedenti la perdita, relativo al medesimo periodo indicato nella fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo.

Nel caso di nuove attivazioni, il consumo medio giornaliero è determinato sulla base della media della tipologia di utenza:

 

Descrizione

Tipologia Uso

CA Medio Annuo Mc/Anno

CA Medio Giornaliero

Mc/giorno

Uso Allevamento Animali 1.531 4,19
Altri Usi 276 0,76
Antincendio Misurato 29 0,08
Uso Artigianale/Commerciale 451 1,24
Uso Cantiere 221 0,61
Uso Domestico Condominiale 1.202 3,29
Uso Domestico Non Residente 74 0,20
Uso Domestico Residente 167 0,46
Uso Industriale 10.814 29,63
Uso Irriguo Esente 305 0,84
Uso Pubblico Disalimentabile 329 0,90

 

 

Nel caso si manifestino problematiche di perdite occulte Brianzacque ha previsto (con riferimento all’Art. 19 - All. A - Del. ARERA 218/2016) le seguenti tutele per le utenze non coperte da Polizza Perdite Idriche Occulte:

 

Applicazione dei seguenti sgravi sulle quote acquedotto, fognatura e depurazione - con riferimento alla fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo e nei mesi successivi previsti:
 

• a seguito di dimostrazione della perdita nell’ambiente, sgravio delle tariffe di fognatura e depurazione sul volume eccedente il consumo medio giornaliero di riferimento (le quote relative ai servizi di fognatura e depurazione verranno rimborsate solo nel caso in cui l’utenza sia effettivamente allacciata);

• in merito al servizio di acquedotto, applicazione di una tariffa non superiore alla metà della tariffa base, al volume eccedente il consumo medio giornaliero di riferimento, fatta salva una franchigia sui volumi fatturabili non superiore al 30%;

 

2.Tempistica per accedere nuovamente alla tutela da parte di un singolo utente: non superiore a 3 anni dalla data di emissione della fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo.

 

3.  L’applicazione della tutela verrà effettuata anche per le fatture successive a quella in cui è stato rilevato il consumo anomalo per un periodo di almeno 3 mesi, al fine di consentire la riparazione del guasto.

 

4.  Alle fatture oggetto di perdita occulta verranno applicate le modalità di rateizzazione previste dall’Art. 42 dell’Allegato A alla Delibera ARERA 655/2015/R/idr (RQSII).

Per l’effettivo rimborso degli importi calcolati a conguaglio, si distinguono i seguenti casi:

• consumi anomali non ancora fatturati: in questo caso potrà essere emessa una bolletta contenente gli sgravi calcolati e riconosciuti all’utente;

• consumi anomali già fatturati e la bolletta oggetto di perdita non ancora pagata: nella bolletta di emissione successiva saranno evidenziati gli sgravi calcolati e riconosciuti all’utente oppure verrà emessa una bolletta contenente le sole partite di sgravio e conseguentemente l’utente provvederà a versare l’importo dovuto per compensazione.

• consumi anomali già fatturati e la bolletta già pagata: in questo caso potrà essere emessa bolletta contenente le sole partite di sgravio e conseguentemente provvedere al rimborso delle stesse tramite accredito formale.

 

Visualizza accordion
Modulo Denuncia per Utenti Non Assicurati
Autolettura del contatore

E’ buona prassi leggere il contatore e inviare l’autolettura.

L’autolettura periodica del proprio contatore consente infatti da un lato di monitorare e prendere consapevolezza dei propri consumi idrici dall’altro di prevenire eventuali consumi anomali dovuti a perdite occulte o malfunzionamenti di impianti ed apparecchiature interne.

Comunicando l’autolettura del contatore a Brianzacque ogni utente potrà inoltre ottenere una bollettazione allineata ai propri consumi, evitando l’addebito di metri cubi stimati per l’intero trimestre di fatturazione.

Per poter comunicare l’autolettura è necessario disporre del Codice Servizio riportato in alto a destra sul frontespizio della propria bolletta e scegliere tra le varie modalità sotto riportate:

 

  • Telefonando al sistema automatico di autolettura del contatore al numero verde 800.661.330 attivo tutti i giorni 24 ore su 24;
  • Inviando un SMS* al numero 342.0912554 indicando nel testo: CodiceServizio#LetturaContatore attivo tutti i giorni 24 ore su 24 (*Il costo di ogni SMS inviato è quello previsto dal proprio piano tariffario);
  • Inviando una mail all'indirizzo autoletture@brianzacque.it indicando nell'oggetto: CodiceServizio#LetturaContatore attivo tutti i giorni 24 ore su 24;
  • Telefonando al Servizio Clienti, numero verde 800.005.191, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 19.30 e sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30.

 

La rilevazione dei consumi avviene normalmente:

 

  • Due volte all’anno per le utenze con consumi medi annui fino a 3.000 metri cubi. Per queste utenze la fattura viene emessa con cadenza trimestrale (Delibera ARERA 655/2015/R/idr);
  • Tre volte all'anno per le utenze con consumi medi annui superiori a 3.000 metri cubi. Per queste utenze la fattura viene emessa con cadenza bimestrale (Delibera ARERA 655/2015/R/idr).

 

In mancanza della lettura viene inviata una fattura d'acconto, calcolata sulla media dei consumi storici. Sul frontespizio di ogni bolletta è riportato il periodo utile per comunicare la lettura del contatore valida per la successiva fatturazione.

 

Visualizza accordion