Autorizzazione allo scarico

Gli scarichi di acque reflue industriali o di acque meteoriche di prima pioggia e di dilavamento delle superfici sono soggetti ad autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura.
Nei Comuni della Provincia di Monza e Brianza e relativamente agli insediamenti produttivi, BrianzAcque rilascia pareri autorizzativi all’Autorità competente all’interno dei procedimenti per l’ottenimento dell’autorizzazione allo scarico.
Esistono diversi procedimenti che contemplano l’autorizzazione allo scarico; i principali sono i seguenti:

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A.)

Questo procedimento è disciplinato dal D.P.R. 59/2013 e l’autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura è uno dei titoli abilitativi compresi nell’AUA, che è rilasciata dalla Provincia ed adottata dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) territorialmente competenti. Per accedere alla modulistica ed alle procedure inerenti l’AUA è necessario rivolgersi al SUAP del Comune dove è ubicato l’insediamento.

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (A.I.A.)

E’ il provvedimento che autorizza l'esercizio di un impianto, o di parte di esso, a determinate condizioni, in conformità ai requisiti del D.lgs. 152/2006, modificato dal D. Lgs. del 14 marzo 2014 n.46, ed in recepimento della direttiva comunitaria 96/61/CE in tema di prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento.
L’AIA racchiude diversi titoli abilitativi, tra cui l’autorizzazione allo scarico di acque reflue.
Per accedere alla modulistica ed alle procedure per l’ottenimento dell’AIA è necessario rivolgersi alla Provincia del Comune dove è ubicato l’insediamento. La Provincia è infatti l’autorità competente al rilascio e al riesame dell'autorizzazione integrata ambientale per gli impianti che non siano già di competenza statale o di competenza della Regione Lombardia (es. incenerimento rifiuti urbani).

ASSIMILAZIONE A SCARICHI DOMESTICI

la dichiarazione di assimilazione alle acque reflue domestiche è un atto rilasciato dall’ATO territorialmente competente a quegli scarichi che per caratteristiche qualitative sono assimilabili alle acque reflue domestiche, così come indicato dal D. Lgs. 152/06 e dal R.R. 06 del 29 marzo 2019. In particolare si fa presente che sono scarichi di acque reflue assimilate alle domestiche anche le acque reflue provenienti da insediamenti di produzione di beni e di prestazione di servizi i cui scarichi terminali provengano esclusivamente da servizi igienici, cucine e mense. La dichiarazione /richiesta di assimilabilità è da presentare all’ATO territorialmente competente.

TARIFFARIO SPESE ISTRUTTORIE PER PRATICHE DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

L’emissione da parte di Brianzacque del parere tecnico finalizzato al rilascio dell’autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura è oneroso per il richiedente, ai sensi della normativa vigente in materia e del Regolamento del S.I.I. Il pagamento delle spese istruttorie dovute al Gestore del Servizio Idrico deve essere eseguito anticipatamente alla presentazione dell’istanza, versando il corrispettivo al seguente iban:
IT78 J 05696 20400 000005900X22 ed indicando nella causale “autorizzazione scarico” seguita dalla ragione sociale e dall’indirizzo dell’insediamento dal quale si originano gli scarichi da autorizzare (es: autorizzazione scarico – Rossi srl – via dei Tigli 10 Monza). Copia della contabile di pagamento delle spese istruttorie dovrà essere allegata all’istanza di autorizzazione allo scarico presentata agli enti competenti.
Si comunica che in caso di mancato pagamento, il Gestore provvederà ad addebitare l’importo dovuto in fase di bollettazione.

Al link seguente è riportato il listino prezzi aggiornato.