Rischio idraulico

Un patto di ferro tra Ordine degli Ingegneri MB e BrianzAcque contro il rischio idraulico

L’intensificazione degli effetti dei cambiamenti climatici come bombe d’acqua, precipitazioni intense e ravvicinate con danni e disagi a persone e cose in un territorio, come la Brianza, tra i più urbanizzati e popolosi d’Italia provocano una contrazione della capacità dei terreni e delle fognature di assorbire e di trattenere l’acqua. 

In questo contesto, BrianzAcque, già dal 2014 ha posto il corretto governo delle acque piovane al centro dei propri obiettivi in campo di politiche ambientali e di sicurezza urbana. Un impegno che si è rafforzato, nel 2017, dopo l’introduzione da parte di Regione Lombardia del principio di invarianza idraulica e idrologica. Tre parole traducibili in sintesi nella volontà di ridurre l’impatto delle acque piovane determinate dalle nuove attività di trasformazione del territorio attraverso azioni virtuose, il riuso della risorsa idrica e il ripristino dei cicli naturali.

Questa normativa, destinata ai Comuni, chiamati a redigere appositi studi per la gestione del rischio idraulico, è stata recepita da BrianzAcque che, facendo leva sulle proprie competenze e sul know how sviluppato nel settore, in accordo con l’ATO di Monza e Brianza, si è accollata il compito di redigere gli studi per conto di 53 comuni del bacino di riferimento, tutti, nessuno escluso, classificati in fascia di alta criticità idraulica. 

Dopo aver dato vita ad un team interno di professionisti dedicati, che si avvale del supporto di INU, (Istituto Nazionale di Urbanistica) e dei dipartimenti di tre Università lombarde, ha siglato a novembre 2020 un accordo con l’Ordine degli Ingegneri di Monza e Brianza. Di fatto, il patto si traduce nell’istituzione di un tavolo tecnico permanente sui temi dell’invarianza idraulica e delle nuove opere di urbanizzazione. Un working group in progress che funga da punto di riferimento per i comuni della Provincia e per i professionisti, uniformando le procedure, promuovendo eventi formativi, un intendere partecipato e condiviso atto a creare altresì una cultura del rischio idraulico.

Non visualizzare accordion
Studi Comunali di gestione del Rischio Idraulico

Gli studi comunali di gestione del rischio idraulico che i Comuni sono tenuti a predisporre contengono la mappatura delle attuali condizioni di rischio idraulico del territorio, derivante sia dai corsi d’acqua che dalla rete di fognatura, e illustrano le misure risolutive individuate per il controllo e per la riduzione delle condizioni di rischio. I risultati dello studio vanno infine recepiti dai singoli Piani di Governo del Territorio (PGT).

Visualizza accordion
La verifica di invarianza Idraulica

In linea generale, la verifica di invarianza idraulica sottintende che la portata d’acqua generata da una riqualificazione e/o modifica urbanistica sia inferiore o al più uguale a quella generata dalla situazione preesistente, e che comunque rispetti i valori massimi imposti dalle normative e dall’ente gestore del corso d’acqua o della rete fognaria di recapito. L’attività che viene svolta dal team dedicato di BrianzAcque, composto da professionisti del Settore Progettazione e Pianificazione Territoriale con il supporto tecnico-scientifico, metodologico e di ricerca di INU e degli atenei di Milano Bicocca (Dipartimento di Scienze dell’ambiente e della Terra); Università degli Studi di Brescia (Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e Matematica) e Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Produzione, Territorio ed Energia), comporta un’attività di raccolta e di analisi dei dati, la costruzione di un modello digitale del terreno, l’esecuzione di rilievi sul territorio e sui reticoli idrici. Ancora: l’implementazione del modello matematico-idraulico; l’analisi dello stato di fatto con l’individuazione delle aree di allagamento, le proposte preliminari di misure strutturali e la definizione degli interventi risolutivi.

Visualizza accordion
Allegati
Guarda il video