PNRR, BrianzAcque a fianco dei Comuni

Il nostro progetto P.N.R.R.

Progetto di riduzione delle perdite, digitalizzazione e monitoraggio delle reti di distribuzione dell’acqua nella Provincia di Monza e Brianza, con obiettivo finale il potenziamento del servizio e l’ottenimento di benefici per il territorio, i Comuni e i cittadini della Provincia di Monza e Brianza.

Un maxi-progetto che si basa su molteplici attività di digitalizzazione delle reti che mirano alla trasformazione degli acquedotti in “acquedotti intelligenti” con approcci innovativi e vantaggiosi per i processi aziendali e per le nuove tecnologie nel rapporto con i cittadini-consumatori.

Importo: sessanta milioni di euro di cui quasi 50 finanziati dal PNRR (pari a circa il 25% dei fondi stanziati per la Brianza).

 

Inquadramento: area territoriale interessata, tempistiche e obiettivi

La popolazione residente della Provincia MB ammonta a 871.698 abitanti, per una densità abitativa molto elevata, pari a circa 2.151 abitanti per km2.

Focus del progetto sono 21 Comuni della Provincia che richiedono una maggior attenzione e manutenzione e “svecchiamento” delle reti per un’estensione di 1.300 km di rete che servono 300.566 abitanti per 72.044 utenze.

A partire dal 2023 è previsto l’avvio delle attività che si concluderanno entro il 31 12 2025.

I 21 Comuni coinvolti: Meda, Seregno, Seveso, Cesano Maderno, Giussano, Verano Brianza, Carate Brianza, Albiate, Sovico, Macherio, Biassono, Vedano al Lambro, Lissone, Briosco, Renate, Veduggio, Besana in Brianza, Triuggio, Lesmo, Camparada e Correzzana.

Il primo obiettivo è quello di recuperare circa 4,5 milioni di metri cubi annui d’acqua dispersi annualmente.

Un altro obiettivo importante è quello di ridurre il tasso di dispersione idrica abbassandolo dal 28,6% al 18,05% (-10,5 punti percentuali).

 

Miglioramenti per il territorio, l’ambiente e per la collettività

  • Miglioramento della situazione attuale del livello di perdita della rete idrica (dispersione idrica contratta del 10,5%)
  • L’intervento proposto entra in sinergia con progetti esistenti di BrianzAcque (Water Safety Plan, Piano efficientamento pompaggi, Campagna di rinnovo contatori, Piano Pozzi)
  • Benefici per l’ambiente:
    • Riduzione del prelievo in falda per 1,9 milioni di metri cubi annui con indotto su riduzione di fabbisogno di territorio pari a 4 pozzi e riduzione energia elettrica per 1.140 MWh/anno corrispondente a riduzione emissione CO2 per 294,64 t/anno;
    • Riduzione dei consumi per riduzione della pressione media di circa 0,5 BAR, si stima una riduzione dei consumi energetici per 773 MWh/anno e una riduzione di emissione di CO2 pari a 199,77 t/anno;

 

Scarica la presentazione allegata qui sotto per consultare il progetto, approfondire le tempistiche delle cantierizzazioni con le diverse tipologie di interventi in programma.