Controlli sulle imprese

Le imprese concorrenti/aggiudicatarie vengono verificate conformemente a quanto previsto dal “Codice Appalti” emanato con Decreto Legislativo n. 50/2016 (“Attuazione delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”) relativamente a:

  • dichiarazioni di cui all’art. 80 relative ai requisiti di ordine generale;

  • dimostrazione dei requisiti di cui all’art 83 di:
    • idoneità professionale
    • capacità economico e finanziaria
    • capacità tecniche e professionali

    (fino all’adozione delle nuove Linee Guida ANAC, continuano ad applicarsi le disposizioni relative al sistema di qualificazione e requisiti delle imprese previste dagli artt. da 60 a 96 del regolamento di esecuzione del precedente codice appalti)

  • dimostrazione dei requisiti per la progettazione di cui all’art 24

  • soggetti di cui all’art. 85 del D.Lgs. 159/2011 e s.m.i. “Codice delle leggi antimafia”.