In distribuzione nei comuni il bonus idrico per chi è in difficoltà

È possibile presentare domanda fino al 30 giugno 2017

bonus idrico

Un milione e 800 mila euro è la somma complessiva stanziata da BrianzAcque, in collaborazione con i Comuni della Brianza, per aiutare cittadini in difficoltà che faticano a pagare la bolletta dell’acqua. Il gestore unico del Servizio idrico integrato nella provincia di Monza e Brianza, ha deciso di adottare il bonus idrico 2016, strumento previsto dall’AEEGSI (Autorità per l’Energia, il Gas e i Servizi Idrici), utile per aiutare i cittadini a basso reddito e le famiglie in difficoltà economica, grazie ad uno sconto sulla bolletta dei consumi dell’acqua.

La cifra predisposta dalla monoutility dell’idrico locale, corrispondente a 2 euro per abitante, sarà ripartita ai cittadini brianzoli dall’Amministrazione comunale, attraverso l’assegnazione di agevolazioni economiche sull’importo della bolletta per un valore minimo di 50 euro. Lo “sconto” per chi si trova in condizioni economiche e sociali disagiate riguarda sia chi è titolare di una fornitura idrica individuale, sia chi risiede in una struttura condominiale (in quest’ultimo caso il bonus sarà gestito tramite l’amministratore dello stabile). Il bonus idrico potrà essere utilizzato in forma primaria per il saldo di fatture insolute o come somma sulle bollette di futura emissione.

“Quest’iniziativa è la prova più tangibile dell’impegno di BrianzAcque, dell’Autorità d’Ambito e dei Sindaci brianzoli in favore delle persone e delle famiglie che si trovano in difficoltà economiche e a cui vogliamo offrire un aiuto concreto - sostiene il Presidente di BrianzAcque, Enrico BoerciIl bonus è frutto di un lavoro sinergico e solidale. Per questo, desidero ringraziare tutti per la fattiva collaborazione”.

È possibile presentare domanda fino al 30 giugno 2017, per maggiori informazioni visita questa pagina.